menu
Cerrar

Come evitare macchie o segni indesiderati durante l’applicazione del microcemento

Vediamo perché si verificano le macchie o i segni più frequenti. Ti spieghiamo come lavorare il materiale per evitare queste imperfezioni

Segni delle fughe delle piastrelle

Dobbiamo considerare alcune cose per evitare che rimanga il segno delle fughe delle piastrelle:

  • Dobbiamo prestare attenzione alla diversità del grado di assorbimento tra le piastrelle e le fughe. La resina contenuta nel microcemento viene assorbita in modo diverso e, se non si prendono precauzioni, corriamo il rischio che, una volta asciutto il microcemento, appaiano i segni delle fughe sotto forma di spettro visivo (schema visivo). Anche l’umidità presente nelle fughe può provocare questo problema.
  • Le fughe sono generalmente cave, quindi non sono sullo stesso piano della piastrella e la ritrazione del microcemento, una volta asciutto, crea un rilievo nella zona delle fughe (schema in rilievo)

Per questo motivo, con il nostro sistema creiamo uno strato che isola e livella.

marcas de las juntas de los azulejos por humedad

Segni del frattazzo che evidenziano irregolarità nella mano precedente

Dovremmo applicare il microcemento senza lasciare sbavature o rilievi che mostrino il passaggio del frattazzo, levigando queste imperfezioni ad ogni mano. Se applichiamo direttamente il microcemento su uno strato con sbavature, queste non saranno livellate ma mantenute.

Con l’utilizzo del frattazzo in acciaio e un eccesso di pressione, queste imperfezioni causano un effetto "bruciatura", ovvero lasciano macchie scure che riflettono la mancanza di levigatura dello strato inferiore.

 

Levigatura delle irregolarità

Dovremo levigare il microcemento dopo ogni mano per evitare l’effetto descritto nella sezione precedente. Effettueremo una leggera sgrossatura con una levigatrice rotorbitale a bassa velocità o con l’ausilio di un guanto abrasivo, e carta abrasiva in carburo di silicio.

Dopo circa 3 ore dall’applicazione, si noterà un cambiamento di tonalità di colore del microcemento che diventerà più chiaro. Ciò indica che il microcemento è calpestabile e sufficientemente duro per procedere alla levigatura. La temperatura, l’umidità e la ventilazione della stanza influiscono sul tempo di attesa.

Si consiglia la levigatura entro le 12 ore dall’ultima posa in modo tale che il rivestimento non abbia raggiunto una durezza eccessiva e che questo passaggio risulti più semplice.

marca de quemado de llana

 

 

Macchie da eccesso di levigatura

Quando effettuiamo la levigatura dell’ultima mano di microcemento, dobbiamo assicurarci di lavorare delicatamente. Terremmo la levigatrice, o il guanto abrasivo, in una mano e con l’altra controlleremo con il tatto che la levigatura non riporti imperfezioni. Se lavoriamo correttamente, eviteremo i tre tipi di macchie comuni: cerchi, curve e macchie nere.

La levigatrice dovrà essere di tipo rotorbitale in modo da evitare di lasciare cerchi. Cercheremo di muoverla in maniera costante senza insistere in modo prolungato sullo stesso punto. Se la levigatura risultasse eccessiva, vedremo il microcemento della mano precedente e le relative “curve di livello” caratteristiche a indicare il raggiungimento dello strato inferiore. Sostituire la carta abrasiva non appena questa apparirà consumata. Se non effettuiamo la sostituzione, la carta lascerà dei segni neri sul microcemento.

Eccesso di brillantezza del microcemento

I ritocchi effettuati quando già il microcemento inizia ad asciugarsi lasceranno dei segni evidenti e poco estetici. La soluzione più adatta nel caso in cui il risultato finale non sia quello auspicato è applicare una mano aggiuntiva.

Se si ripassa una zona con il frattazzo in maniera eccessiva si lasceranno delle macchie scure. Ciò può verificarsi, ad esempio, quando il materiale si accumula sul pavimento alla fine dell’applicazione e ciò ci costringe a raccogliere il microcemento in eccesso e lavorarlo ancora con il frattazzo.

Se si ripassa eccessivamente una zona si danneggia l’asciugatura. Questo problema può provocare scolorimento della zona. Per esempio: una parete nera potrebbe presentare macchie grigie molto più chiare del colore scelto.

Se l’applicatore ripassa più volte tutta la superficie o applica un’eccessiva pressione, l’intera superficie risulterà di un colore più chiaro. È molto comune vedere una parete nera che sembra grigia.

Evitare segni di interruzioni sul pavimento

Per evitare segni di interruzione su pavimenti causati dall’asciugatura del materiale e dal successivo raccordo, vi consigliamo di mantenere un cordone di microcemento sempre fresco che utilizzeremo nella posa e che diminuirà durante il processo. In questo video potete vedere la procedura.

Tempo di asciugatura prima della sigillatura

Occorre avere cura di non macchiare il microcemento con qualsiasi tipo di liquido, compresi acqua o sudore, prima della sigillatura onde evitare che eventuali macchie siano visibili al termine dell’operazione di sigillatura del rivestimento.

Segni dei rulli nella sigillatura

I segni del rullo si verificano durante l’applicazione di strati con diversa quantità di sigillante, quando il rullo comincia ad asciugarsi e lo ricarichiamo non dobbiamo continuare dove abbiamo interrotto il lavoro ma allontanarci di un palmo dalla linea di interruzione per iniziare a scaricare il rullo e tornare indietro.

Si deve iniziare dedicandoci a un angolo coprendo l’intera altezza della parete, o la larghezza se si tratta di un pavimento. Evitare l’asciugatura del rullo e ricaricarlo frequentemente. In questo video potete vedere come prevenire la formazione dei segni del rullo sul microcemento.

         

Plaza Rojas Clemente, 17 · Valencia, 46008 · Spagna · Telefono: +34 963 92 59 89 · info@topciment.com

Termini, condizioni e dichiarazione sulla privacy | Nota Legale

Questo sito web utilizza proprie e di terze parti i cookie per il funzionamento e per ottenere statistiche di utilizzo anonime del web.
Se si continua a navigare considerare di accettare il suo utilizzo. È possibile modificare le impostazioni o avere maggiori informazioni . Politica di cookie. ACCETTO