menu
Cerrar

Come evitare macchie o segni indesiderati quando si applica il microcemento

Una cattiva applicazione del microcemento può portare alla comparsa di macchie e graffi indesiderati. Se sei arrivato fin qui è perché sei preoccupato per questa circostanza e, soprattutto, perché vuoi sapere come puoi evitarli a tutti i costi.

Sei nel posto giusto. In questo articolo non ci limiteremo a approfondire le ragioni più comuni che producono quei temuti segni e macchie dovuti alla cattiva installazione del microcemento levigato.

Inoltre, i nostri applicatori esperti vi daranno una serie diconsigli, suggerimenti e soluzioni a ciascuno dei problemi in modo che non appaiano imperfezioni indesiderate. Prendete nota!

I segni delle fughe delle piastrelle quando si applica il microcemento

Vuoi applicare il microcemento sulle piastrelle? Questi sono i tre punti da prendere in considerazione per evitare di segnare le fughe delle piastrelle.

1. Fare attenzione alla differenza di assorbimento tra piastrelle e giunti

La resina contenuta nel microcemento viene assorbita in modo diverso. Se non si prendono precauzioni, c'è il rischio che appaiano sotto forma di uno spettro visivo sull'asciugatura (pattern visivo). Anche l'umidità nei giunti causa questo difetto.

tile joint marks due to moisture
Pavimento in microcemento dove i giunti delle piastrelle sono segnati dall'umidità.

2. Le fughe delle piastrelle sono di solito cave

Le fughe sono di solito cave, non sono sullo stesso piano della piastrella. Inoltre, il restringimento di Microcemento una volta asciutto crea un rilievo nell'area dell'articolazione (modello a rilievo). Per tutte queste ragioni, con i nostri sistemi di microcemento creiamo uno strato che isola e livella.

3. Lasciare asciugare 24 ore prima di applicare il microcemento

È molto importante che, dopo aver riempito le fughe delle piastrelle, si lasci asciugare 24 ore prima di iniziare l'applicazione della base di microcemento.

Segni di cazzuola sul microcemento

Dovremo applicare il microcemento senza lasciare bave o rilievi che mostrano il passaggio della cazzuola, levigando queste imperfezioni in ogni mano. Se applichiamo il microcemento su uno strato con bave, questi rilievi saranno copiati.

Con la spatola d'acciaio e un eccesso di pressione queste imperfezioni causano l'effetto "bruciato", macchie scure che riflettono la mancanza di levigatura dello strato inferiore di microcemento.

trowel burn mark
Pavimento in microcemento che mostra il segno di bruciatura della cazzuola.

Irregolarità sulle superfici in microcemento

Dopo aver applicato ogni strato di microcemento, la superficie deve essere levigata Un passo essenziale per evitare l'effetto descritto nella sezione precedente. Faremo una sgrossatura morbida con una levigatrice roto-orbitale a basso numero di giri o per mezzo di un guanto da levigatura, e carta vetrata al carburo di silicio.

Circa 3 ore dopo l'applicazione del microcemento levigato, si può notare un cambiamento nel tono del rivestimento, che diventa più chiaro. Un cambiamento di tono che indica che il microcemento è passabile e abbastanza duro per procedere alla levigatura. Va notato che la temperatura, l'umidità e la ventilazione della stanza influenzano questo periodo di tempo.

Si consiglia di carteggiare prima di 12 ore dall'applicazione del microcemento in modo che il rivestimento non abbia raggiunto una durezza eccessiva e questo passaggio sia più complicato.

Macchie di microcemento dovute a una levigatura eccessiva

Quando si leviga l'ultimo strato di microcemento dobbiamo assicurarci di lavorare il materiale in modo uniforme. Con una mano terremo la levigatrice o il guanto da levigatura e con l'altra controlleremo con il tatto se la levigatura è corretta. Se lavoriamo bene la superficie eviteremo tre tipi di macchie caratteristiche: cerchi, linee di contorno e segni neri.

La levigatrice dovrà essere di tipo roto-orbitale per evitare di lasciare cerchi. Cercheremo di mantenerlo in costante movimento senza un impatto prolungato nello stesso posto. Se la levigatura fosse eccessiva, finiremmo per vedere il microcemento levigato della mano precedente e lasceremmo alcune caratteristiche "linee di contorno" che indicherebbero che siamo passati allo strato inferiore. Appena la carta vetrata è consumata dovremo cambiarla, se non facciamo il cambio, la carta vetrata passa dalla levigatura alla lucidatura lasciando segni neri sul microcemento.

Segni di microcemento per eccesso di brunitura

Se la finitura del microcemento non è quella desiderata, la cosa più appropriata da fare è applicare uno strato di microcemento lisciato supplementare. Poiché toccare sulla superficie già asciutta lascerà dei segni evidenti e poco estetici.

L'eccessiva frattazzatura di un'area lascerà segni scuri. Questo può accadere, per esempio, quando il materiale si accumula sui pavimenti alla fine del percorso di applicazione, costringendoci a raccogliere il microcemento levigato in eccesso e a lavorarlo troppo con la cazzuola.

Se si passa troppo sopra una zona, ciò che si fa è forzare l'asciugatura. Questo problema si riflette nello sbiancamento della zona. Per esempio: un muro nero potrebbe avere macchie grigie molto più chiare del colore del microcemento scelto.

Se l'applicatore passa troppo su tutta la superficie o spreme troppo il supporto di microcemento levigato, il colore può essere più chiaro. È molto tipico vedere un muro nero che sembra grigio.