menu
Cerrar

Rivestimenti per pareti: tipi, vantaggi e consigli degli esperti

Quando si tratta di decorare uno spazio, il pavimento è spesso la superficie che riceve più attenzione. Un rilievo che non è fortuito. Questo è dovuto principalmente al fatto che è il rivestimento più esposto all'impatto, all'abrasione e al traffico. Una situazione che significa che la maggior parte dello sforzo, e anche il budget, è speso per scegliere il materiale giusto per coprire il pavimento.

Tuttavia, la decorazione delle pareti e di altre superfici verticali non dovrebbe essere trascurata. Anche se non subiscono la stessa usura dei pavimenti, i rivestimenti murali sono uno degli elementi più potenti a livello estetico. Una componente differenziante che darà ancora più personalità e raffinatezza alla stanza da rinnovare.

Decorare una parete non si limita a dipingerla con gli ultimi colori. Devi andare oltre. Perché sebbene sia ancora un'alternativa più che valida da usare come rivestimento murale, la gamma di possibilità è praticamente illimitata. Per optare per una copertura o per un'altra, bisogna prendere in considerazione una serie di considerazioni.

Tra le altre cose, è necessario considerare quale rivestimento murale si adatta meglio allo stile decorativo dello spazio. Così come quanta manutenzione e pulizia richiede o se rientra o supera il budget che avete a disposizione.

In questo articolo parleremo a lungo di quali rivestimenti murali sono più comunemente usati e perché. Ci addentreremo nelle principali caratteristiche e vantaggi di ciascuno di essi, oltre ai consigli degli esperti. Raccomandazioni che ti aiuteranno a scegliere il materiale più adatto alle tue esigenze. pront@?

Che cos'è il rivestimento per pareti?

Il rivestimento per pareti è un tipo di materiale che viene applicato alle superfici verticali per decorarle e proteggerle. È un rivestimento che può essere applicato agli spazi interni così come alle facciate esterne, a seconda delle esigenze e dei gusti di ogni persona particolare.

Ci sono rivestimenti per pareti adatti a tutti i gusti. Marmo, ceramica o microcemento sono solo alcuni dei più popolari. A seconda delle caratteristiche di ciascuno di essi, è necessario applicare uno o più strati, cambiando così l'aspetto finale. Senza contare che i benefici aggiunti sono molto diversi da un rivestimento all'altro. Ecco perché è così importante valutare attentamente i pro e i contro di ogni rivestimento per pareti individualmente.

Consigli per scegliere i rivestimenti per pareti ¡Gli esperti parlano!

Ci sono tutti i tipi di rivestimenti per pareti per rendere le pareti della vostra casa, dell'ufficio o dei locali commerciali eleganti e raffinati. Ma per gli esperti, una delle questioni principali da ponderare è quella di decretare correttamente le finiture delle diverse stanze. L'obiettivo non è altro che garantire che i materiali applicati alle pareti siano piacevoli alla vista.

Questo non è un compito facile dato il numero di opzioni disponibili sul mercato. Tutto un mondo da scoprire dove la qualità del materiale, il budget, l'estetica e il tempo di esecuzione del lavoro sono fondamentali. Di seguito, svilupperemo le domande principali che gli esperti raccomandano di analizzare in dettaglio per scegliere il rivestimento murale ideale. Attenzione!

Definire l'estetica dei rivestimenti murali

Quale estetica state cercando? Questa è la prima domanda che dovete porvi, e a cui dovete rispondere, prima di scegliere tra tutti i rivestimenti per pareti là fuori. Poiché ognuno fornisce una finitura decorativa molto caratteristica e personale. Gli esperti sbagliano a fare affidamento solo sulla forza del materiale, perché il risultato finale può essere ben lontano da quello che si aspettavano.

Non tutti i materiali rappresentano diversi stili decorativi allo stesso modo. Per esempio, per creare uno stile rustico, i rivestimenti delle pareti come il legno o la pietra sono una scommessa sicura. Allo stesso modo, lo stucco veneziano può essere una grande idea per creare uno stile mediterraneo e il microcemento per una decorazione più minimalista e all'avanguardia.

Pesare la manutenzione necessaria per ogni rivestimento per pareti

È altrettanto importante valutare attentamente l'estetica come la manutenzione necessaria per ogni rivestimento per parete una volta installato. Se non vi preoccupa l'estetica, potete facilmente decorare le pareti con legno naturale, pietra o mattoni, che sono più impegnativi da pulire e mantenere.

D'altra parte, se la vostra priorità è quella di combinare l'estetica con la minima manutenzione e pulizia, dovreste cercare dei rivestimenti per pareti che siano continui e la cui mancanza di giunti minimizza il processo. Materiali come il microcemento possono diventare i vostri migliori alleati.

Garantire la resistenza e il comfort dei rivestimenti per pareti

Quando si scelgono i rivestimenti per pareti, è importante pensare al lungo termine. Questo si traduce nella durata del materiale: le possibilità che crepe e fessure appaiano nel tempo, se perderà colore o se saranno necessarie riparazioni per mantenerlo in perfette condizioni.

Allo stesso modo, non dobbiamo dimenticare il comfort termico e acustico offerto da ciascuno dei rivestimenti per pareti disponibili sul mercato: sono insonorizzanti, sono isolanti termici, sono resistenti all'umidità e resistono alle variazioni di temperatura? Perché credere che "vestire" le pareti sia semplicemente decorativo non solo è fuorviante, ma può anche portare a spiacevoli problemi in futuro.

Optate per rivestimenti per pareti facili e veloci da installare.

Il tempo è denaro. In questo senso, avere dei rivestimenti per pareti facili e veloci da installare restringe la lista delle possibilità. E se allo stesso tempo garantiscono prestazioni tecniche di alta qualità, rende la scelta finale molto più facile.

Il microcemento, per esempio, è un rivestimento murale che soddisfa tutti questi requisiti. È facile e veloce da applicare e ha un'eccellente resistenza. Si tratta di un materiale sottile che aderisce al muro esistente senza bisogno di lavori di costruzione. È compatibile con cartongesso, gesso, marmo e piastrelle, alcuni dei rivestimenti per pareti più comuni.

Scegliere i rivestimenti per pareti che si adattano al budget

Per la fine, abbiamo lasciato uno dei fattori più importanti nella scelta di un rivestimento per parete o un altro: il prezzo. La qualità del materiale, le dimensioni e la complessità del lavoro, il tempo richiesto dal professionista per realizzarlo, la necessità o meno di rimuovere il materiale esistente dal muro, ecc.

In questo senso, alcuni dei rivestimenti più costosi sono la pietra, il legno naturale o le piastrelle di ceramica. Un costo ridotto rispetto a piastrelle, PVC o microcemento, tra gli altri.

Quali sono i rivestimenti per pareti più usati? Prendete nota!

La scelta del rivestimento per pareti dipende dalle esigenze di ogni spazio. Mentre per un bagno si dovrebbe cercare un materiale che sia impermeabile e resistente all'umidità ambientale, per un soggiorno o un corridoio i requisiti non sono affatto gli stessi.

Qui di seguito, descriveremo in dettaglio i vantaggi dei rivestimenti per pareti che sono attualmente i più popolari. Una lista che comprende piastrelle di porcellana e gres, pannelli di legno o legno naturale, carta da parati, mattoni, pietra, stucco veneziano, cemento lucidato e microcemento. Ecco qui!

Piastrelle e gres porcellanato, rivestimenti classici tra i classici

Le piastrelle di porcellana e il gres porcellanato sono due dei rivestimenti più tradizionali, ma anche uno dei più sicuri. Sono sempre una buona scelta, soprattutto in stanze della casa come bagni e cucine, grazie alla loro resistenza all'umidità e alle macchie.

Rivestimenti per pareti che si sono evoluti nel tempo in termini di colori e texture dei pannelli. Questa innovazione permette a tutti di decorare qualsiasi spazio in modo molto creativo, creando le atmosfere più raffinate e squisite. D'altra parte, sono due materiali che, avendo dei giunti, richiedono una continua pulizia e manutenzione a causa dell'accumulo di sporco. Inoltre, è necessario eseguire lavori di costruzione e sono necessari macchinari per installarli.

Carta da parati, un rivestimento "semplice" che non stanca mai

Se cercate un'applicazione rapida senza sacrificare l'estetica moderna, la carta da parati è il rivestimento murale ideale. Ci sono tanti colori e modelli quanti sono gli stili decorativi. Non potrebbe essere più facile trovarne uno che si adatti all'ambiente dei vostri sogni. La cosa migliore? Non ci si può stancare. Se lo fai, tutto quello che devi fare è rimuoverlo e sostituirlo con uno nuovo. Molto comodo, vero?

Se decidete di usare la carta da parati come rivestimento murale, dovete sapere che ce ne sono diversi tipi. Da un lato, c'è la carta da parati da rivestimento, che si usa quando il muro ha qualche tipo di irregolarità o è stato precedentemente dipinto con una vernice che, diciamolo, è in cattive condizioni.

La carta da parati non lavabile è la più economica. Ma d'altra parte, è un rivestimento per pareti poco resistente e quindi non raccomandato per l'uso in bagni o cucine. È un rivestimento per pareti che assorbe l'umidità e, in caso di macchie, è molto difficile da riparare.

Ma vi farà piacere sapere che esiste anche una carta da parati lavabile. E sì, come potete immaginare, è uno dei più popolari. Resiste all'umidità ambientale, ai graffi e alle macchie. Vantaggi che rendono questo rivestimento murale altamente raccomandato non solo per bagni e cucine, ma anche per aree di transito.

E infine, la carta da parati in vinile, un rivestimento per pareti che è molto più durevole dei suoi predecessori perché è altamente resistente all'umidità e alle macchie. Inoltre, può essere facilmente lavato con un panno morbido e umido. Resistente e facile da pulire. E molti, molti modelli tra cui scegliere, capaci di teletrasportarti ovunque con i loro design accattivanti.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi nella tua e-mail i consigli per l'applicazione e la cura del microcemento, le ultime tendenze e le novità dei prodotti Topciment.